Protezione da cadute
  • I dispositivi di protezione anticaduta sul lavoro sono necessari - oltre che obbligatori per legge - in numerosi contesti: per chi lavora in sospensione su pali o su un traliccio, ma anche su un pilone, su una piattaforma sospesa, su una gronda, su un cornicione, su un ponteggio, su una piattaforma mobile in elevazione, su una scala, su un tetto, su un'opera in demolizione o in altezza per il montaggio di un elemento prefabbricato. Sono fondamentali per garantire l'incolumità e la sicurezza dell'operatore.
  • Dalle cinture con imbracatura agli assorbitori di energia, passando per i cordini di collegamento e le cinture di posizionamento, sono numerosi i prodotti a cui si può fare riferimento. 
  • Un esempio di questi dispositivi può essere individuato nella cintura con imbracatura B103S, una imbracatura dorsale sternale con cintura anticaduta che gode delle certificazioni richieste dalla norma EN 361:2002 e EN 358:1999. Si tratta di un'imbracatura che può essere regolata sui cosciali ed è munita di un punto di ancoraggio dorsale e di un punto di ancoraggio sternale, con tanto di cintura di posizionamento sul lavoro.    
  • Questo tipo di cintura permette a chi la utilizza di lavorare in condizioni di totale sicurezza. I rischi di caduta, infatti, possono essere tanti, dovuti all'insorgenza di vertigini o a un inciampo, alla mancanza di visibilità, alla scarsa aderenza delle calzature a un colpo di calore.
  • Insomma, gli imprevisti e gli inconvenienti sono sempre in agguato, e proprio per tale motivo è opportuni prevenirli nel modo più efficace (e più conveniente) possibile. 
offerte da non perdere
occasioni da prendere al volo